Jeep Grand Commander PHEV

La famiglia Jeep Grand Commander in Cina è diventata più grande con l’introduzione di una nuova variante ibrida plug-in al Salone dell’Auto di Shanghai 2019. Il modello di Jeep per il mercato cinese utilizza un motore a benzina turbocompresso da 2,0 litri e un motore elettrico, la cui potenza rimane sconosciuta fino a questo momento. Jeep ha detto, tuttavia, che con le batterie completamente cariche, può viaggiare solo con l’elettricità per circa 70 km, che dovrebbe essere più che sufficiente per il tragitto giornaliero.

Altrove, Jeep Grand Commander PHEV non sembra essere diverso rispetto alla versione normale, che è alimentata da un motore da 2,0 litri, accoppiato a una trasmissione automatica a 9 velocità. All’esterno, tranne la porta di ricarica sul parafango posteriore sinistro, diverse ruote e verniciature speciali, tutto il resto rimane identico. Lo spazio di carico potrebbe essere leggermente influenzato dal posizionamento delle batterie sotto il pavimento del bagagliaio, ma non possiamo dirlo con certezza fino a quando FCA non fornirà ulteriori dettagli a riguardo.

Oltre a pochi dettagli come il sistema di infotainment con display più grande e una manopola con quattro modalità di guida distinte, Hybrid, Electric, E-Save e Sport, anche l’interno è identico. La produzione del nuovo Jeep Grand Commander PHEV si svolgerà presso lo stabilimento GAC FCA a Changsha, in Cina, e il veicolo sarà offerto esclusivamente nel mercato locale.