Maserati
Maserati

Il futuro Maserati Suv compatto potrebbe avere la stessa piattaforma modulare Giorgio di Alfa Romeo Giulia e Stelvio. Questa è l’ultima indiscrezione che arriva da ambienti vicini alla casa automobilistica del Tridente. Del resto è stato lo stesso Sergio Marchionne a dire che quasi tutti i nuovi modelli del Tridente che arriveranno dopo il 2018 avranno questa piattaforma. L’investimento su questa nuova tecnologia è stato notevole per Fiat Chrysler Automobiles. Proprio per questo motivo per recuperare quanto speso la piattaforma verrà utilizzata su tutti i nuovi modelli di Alfa Romeo, Maserati e su buona parte di quelli Jeep e Dodge. 

Del nuovo Suv compatto di Maserati si dice anche che questo arriverà per sfidare avversari del calibro di Porsche Macan nel segmento di riferimento. Si tratterà di un Suv che non avrà nulla da invidiare nemmeno a modelli di categoria superiore. I motori che saranno utilizzati saranno gli stessi 4 cilindri di Levante, ma ci sarà anche un ibrido e più avanti un elettrico al 100 per cento. Il suo arrivo dovrebbe avvenire tra il 2020 e il 2021. Mentre lo stabilimento dove questo veicolo potrebbe essere realizzato e Fiat Chrysler di Pomigliano.

Si tratta ovviamente al momento di semplici indiscrezioni, sicuramente su questo veicolo nei prossimi mesi avremo maggiori informazioni. Certamente il suo arrivo dipende dal grande successo commerciale che sta avendo Maserati Levante che ha aperto nuovi orizzonti alla celebre casa automobilistica del Tridente che fa parte di Fiat Chrysler Automobiles. 

Leggi anche: Alfa Romeo: ecco cosa verrà prodotto a Pomigliano

Maserati
Maserati: il nuovo Suv compatto verrà realizzato sulla piattaforma modulare Giorgio di Alfa Romeo

Leggi anche: Volkswagen: accordo con Fiat Chrysler per mettere le mani su Maserati e Alfa Romeo?

Vedremo dunque quando arriveranno le prime informazioni ufficiali su questo nuovo veicolo di Maserati. Al Salone auto di Ginevra 2017 il numero uno del Tridente Reid Bigland non ha confermato la notizia ma ha lasciato intendere che nel futuro della casa italiana troveranno spazio nuovi Suv dopo il Levante.