Mazda

Arriva una notizia molto interessante da Mazda. La celebre casa automobilistica nipponica infatti avrebbe depositato due nuovi brevetti legati alla tecnologia del motore rotativo. Questi sono apparsi nell’ufficio di registrazione dei brevetti degli Stati Uniti d’America e hanno due applicazioni  a questo tipo di sistemi a motore. Il primo dei due brevetti depositati riguarda lo schema di una gamma estesa di veicoli elettrici in cui il motore rotativo agisce come una sorta di generatore. Si tratterebbe in poche parole di uno schema molto simile a quello del prototipo di Mazda2 Range-Extender RE mostrato pochi anni fa.  A quanto pare, il concetto depositato nel brevetto è lo stesso. Il secondo brevetto depositato è un sistema Start & Stop specifico per la meccanica rotativa.

La scelta di una meccanica di questo tipo per alimentare una gamma estesa di motori elettrici non è casuale, le sue piccole dimensioni infatti non prendono troppo spazio e permettono di non aumentare troppo il peso del propulsore , oltre ad essere molto più morbido della meccanica convenzionale. Questi brevetti non sorprendono tanto quanto la registrazione di un disegno di una nuova rotativa meccanica sovralimentata, che è stata scoperta dopo che il marchio ha presentato la spettacolare concept Vision RX . Tuttavia, per il momento Mazda ha negato che in un prossimo futuro potremo vedere un successore della serie RX in strada.

Leggi anche: Mazda CX-5 in mostra al Salone di Ginevra 2017, sul mercato entro fine anno

Mazda
Mazda: avrebbe depositato due nuovi brevetti relativi alla tecnologia del motore rotativo all’ufficio brevetti USA

Leggi anche: Mazda richiama 174.000 unità negli Stati Uniti a causa di sedili difettosi

Vedremo dunque questa novità interessante quali sviluppi potrò avere nel futuro prossimo della celebre casa automobilistica nipponica che indubbiamente dimostra ancora una volta di non voler rimanere indietro per quanto concerne lo sviluppo delle nuove tecnologie ed in primis di quelle concernenti i motori elettrici.