Mazda: strategia Premium per sorprendere i concorrenti

Mazda
Mazda

Il segmento Premium è l’obiettivo per il marchio Mazda nel prossimo futuro. La casa nipponica si rende conto che è un marchio molto popolare ma il suo obiettivo per il futuro sarà quello di essere considerato come un marchio premium. Nella mente del compratore di auto, Mazda compete con Toyota, Honda e Nissan. la società giapponese ha risorse limitate e deve fare buon viso a cattivo gioco. Per ottenere una considerazione da casa automobilistica Premium, i suoi prodotti devono essere eseguiti per soddisfare e battere la concorrenza delle vetture delle case automobilistiche che solitamente fanno parte di quella categoria. Ciò richiede l’analisi comparativa mirata contro i veicoli più costosi nella stessa categoria di prodotti.

In occasione del lancio della nuova Mazda CX-5, crossover di medie dimensioni a San Diego, la casa automobilistica ha chiarito la propria strategia competitiva. Il team di sviluppo del prodotto non ha avuto come punto di riferimento i soliti noti. La CX-5 è stata pensata non come rivali delle solite Honda CR-V, Toyota RAV4, Hyundai Tucson e Kia Sportage, ma bensì per andare contro marchi premium,  quali Audi Q3 , BMW X1 , Lexus NX , Mercedes GLA .

La nuova Mazda CX-5 è un XSUV  pensato per 5 passeggeri che nella gamma di Mazda si inserisce appena sotto il CX-9 introdotto lo scorso anno. Il CX-5 completa l’evoluzione del nuovo design del brand che sottolinea “l’anima del movimento”. Lo stile è di grande effetto e chiaramente differenziato dai suoi concorrenti tedeschi e giapponesi. Mazda afferma che “ogni elemento è stato progettato per essere di una classe superiore”.

Mazda CX-5 Custom Style

 Leggi anche: Toyota: il suo stabilimento in Alabama festeggia il suo 5 milionesimo motore
Per dimostrare la superiorità del  CX-5 rispetto alla concorrenza di lusso, la società asiatica ha voluto fare un confronto tra la sua nuova auto e i brand di lusso che vi abbiamo elencato in precedenza.  In realtà, ci vorranno anni per Mazda per ottenere lo status di marchio premium.  Questa operazione dovrebbe permettere al marchio nipponico di ottenere una maggiore redditività per unità. In ultima analisi, questo cambiamento permetterà a Mazda di essere competitivo con brand premium quali Acura o Buick, se tutto va come previsto. Appare ancora molto lontano invece il momento in cui Mazda potrà competere contro Audi, BMW, Lexus, Jaguar e Mercedes.
L'autore

Laureato in Giurisprudenza, appassionati di motori, esperto di tutto quello che riguarda Alfa Romeo.
Potresti essere interessato a:
Mazda

Mazda registra forti vendite europee nel primo trimestre

Mazda

Mazda2: con il restyling di metà carriera arrivano il mild hybrid e tante altre novità

Mazda

Mazda3: una variante sportiva non è in programma, per ora

Mazda

Mazda CX-30 arriva in Italia in tre versioni, prezzi da 24.750 Euro

Lascia un commento