Mercato auto: Le vendite italiane aumentano dell’1,5% ad aprile, dopo 3 mesi di calo

News
Auto

Le immatricolazioni di nuove auto in Italia sono aumentate dell’1,5 per cento in aprile a 174.412, secondo il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del paese. Il risultato positivo, che viene dopo tre cali mensili consecutivi, è avvenuto grazie al giorno di vendita in più rispetto a un anno fa e ad una ripresa dei noleggi a lungo termine e delle vendite a società di noleggio a breve termine. Secondo il ricercatore di mercato Dataforce, le consegne a flotte a noleggio a breve termine sono aumentate del 33% e quelle a noleggio a lungo termine sono aumentate del 13%, mentre le vendite a società sono aumentate dell’1,5%.

Le auto immatricolazioni da parte dei concessionari sono diminuite del 13%. La domanda da parte dei clienti privati ​​è tornata su un percorso di crescita con un aumento del 2,5% dopo aver perso l’1,2% a marzo. La legge di bilancio italiana del 2019 ha introdotto un’imposta aggiuntiva sugli acquisti di veicoli che emettono più di 160 grammi di CO2 per chilometro, garantendo nel contempo incentivi alle auto che emettono meno di 70 g / km di CO2. Gli incentivi hanno preso il via l’8 aprile, innescando un forte aumento delle vendite di veicoli full-electric e plug-in ibridi.

Secondo l’associazione degli importatori UNRAE, i veicoli full-electric hanno registrato un aumento del 355% a 1.190 unità ad aprile, mentre la loro quota di mercato è salita allo 0,7% dallo 0,3% di marzo e allo 0,1% di aprile 2018. Le vendite ibride plug-in sono aumentate del 155% a 471 unità e una quota dello 0,3 per cento. Le vendite di auto diesel sono scese del 23% a 70.788 e una nuova quota del 40,5%, in calo rispetto al 52,8% dell’aprile 2018.

Le vendite di auto benzina sono aumentate del 33% a 78.409 e del 44,8%, rispetto al 34,2% dell’anno precedente. La quota di mercato per le auto alimentate a GPL è salita al 6,9% dal 6,2%, mentre la quota per i veicoli alimentati a metano è scesa all’1,7% dal 2,4%. Il presidente dell’UNRAE, Michele Crisci, ha dichiarato che lo stimolo degli eco-incentivi, indebolito dalle tasse sui veicoli ad alte emissioni, compenserà solo in parte l’impatto del peggioramento dell’economia. UNRAE prevede un calo del 3,2% delle vendite di veicoli nel 2019 a 1,85 milioni di unità.

L'autore

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza. Laureato alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive su noti portali Automotive Italiani ed esteri. Seguo in modo accurato tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.
Potresti essere interessato a:
News

Lexus RX, arriva il restyling

News

ZF rende i trasporti pubblici locali intelligenti e con basse emissioni

News

Lancia Ypsilon, ecco la serie Monogram

News

Idrogeno: le Case chiedono più infrastrutture in Europa

in questo momento ti trovi Offline