Mercedes permetterà ai conducenti di aggiungere funzionalità anche dopo l’acquisto

Mercedes

Mercedes utilizzerà la sua piattaforma Mercedes Me per offrire aggiornamenti di infotainment ai clienti dopo l’acquisto o la locazione dei loro veicoli. Lo schema di aggiornamento è disponibile solo sul Suv GLE, su Classe A e B. Cosa hanno in comune questi tre veicoli? Tutti hanno l’ultimo sistema di infotainment MBUX, progettato pensando agli aggiornamenti on-demand. Le opzioni disponibili includono radio digitale, navigazione e integrazione con smartphone ( Apple CarPlay / Android Auto ). I clienti hanno bisogno di un profilo Mercedes Me e di una connessione dati in-car funzionante per aggiungerli. Bastano pochi clic attraverso il negozio Mercedes Me che appare nei menu di infotainment delle auto.

Questa configurazione potrebbe essere molto utile per i clienti della casa di Stoccarda. Gli acquirenti che hanno ripensamenti su una determinata funzione possono aggiungerlo quando lo desiderano, oppure gli acquirenti di auto usate potrebbero aggiungere funzionalità che non erano presenti quando l’auto aveva lasciato la fabbrica. Come osserva CNET , la radio digitale diventerà obbligatoria per i nuovi veicoli venduti nell’Unione europea a partire dal 2020. La possibilità di aggiungere la radio digitale a un’auto esistente potrebbe contribuire ad aumentare il valore di rivendita dei veicoli pre-2020.

Mercedes potrebbe offrire solo una serie di aggiornamenti su una manciata di modelli, ma questo potrebbe essere l’inizio di un cambiamento importante nel modo in cui i produttori di automobili vedono le loro relazioni con i clienti. Mentre Tesla aggiunge frequentemente nuove funzionalità e modifiche a quelle esistenti tramite aggiornamenti software over-the-air, le case automobilistiche tradizionali sono state riluttanti a farlo. Preferiscono che i clienti comprino una nuova auto quando viene rilasciato un sistema di infotainment aggiornato.

Ma mentre occorrono, in media, quattro anni per progettare e lanciare una nuova vettura, il software si sviluppa così rapidamente da trovarsi in uno stato di flusso più o meno costante. Le case automobilistiche potrebbero dover introdurre aggiornamenti più regolari solo per tenere il passo. Questa strategia può anche dare maggiore flessibilità alle case automobilistiche.

L'autore

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza. Laureato alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive su noti portali Automotive Italiani ed esteri. Seguo in modo accurato tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.
Potresti essere interessato a:
Mercedes

Mercedes introduce ibridi plug-in nella classe A e B

Mercedes

Mercedes Project One in ritardo: eterno rompicapo

Mercedes

Mercedes GLB: rivelati i prezzi del nuovo SUV compatto per l'Europa

Mercedes

Daimler Truck crea un portafoglio digitale per veicoli commerciali

Lascia un commento