Il gruppo BMW per il suo futuro ha intenzione di puntare, fortemente, sul mercato delle auto elettriche e tra i vari progetti in cantiere troviamo anche il lancio internazionale di una variante elettrica a zero emissioni della Mini che sarà basata sulla versione tre porte della vettura del brand inglese.

La nuova Mini elettrica arriverà sul mercato nel corso del 2019 andando a completare la gamma di motorizzazioni disponibili accanto alle versioni benzina, diesel e plug-in hybrid. Il motore elettrico per la nuova versione della Mini a zero emissioni sarà realizzato nelle fabbriche di Dingolfing e Landshut. La city car inglese in versione elettrica sarà assemblata ad Oxford confermando, quindi, l’impegno di BMW nel mantenere attiva la produzione nel Regno Unito.

Per il momento, in ogni caso, il progetto della Mini a zero emissioni è ancora avvolto, in larga parte, dal mistero. Le caratteristiche tecniche della nuova elettrica inglese non sono ancora note e potrebbe essere necessario attendere ancora diversi mesi prima che emerga qualche dettaglio in più.

L’arrivo sul mercato della Mini elettrica rappresenterà un momento chiave del programma di espansione della gamma di vetture a zero emissioni del gruppo BMW che per il 2020 ha intenzione di presentare una nuova piattaforma modulare che consentirà, negli anni successivi, di sviluppare nuovi veicoli elettrici. Il gruppo tedesco ha già in cantiere la nuova i8 Roadster, la versione elettrica del BMW X3 e la nuova ammiraglia elettrica, la futura iNext.

Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti legati alla futura Mini elettrica ed a tutte le vetture a zero emissioni che il gruppo BMW presenterà sul mercato nel corso dei prossimi anni.