Mitsubishi
Mitsubishi

Mitsubishi Motors  e il suo nuovo alleato Nissan stanno studiando la produzione congiunta di un pick-up nel sud-est asiatico per ottenere un risparmio sui costi di produzione all’interno della più ampia alleanza Renault-Nissan, così come rivelato da un alto dirigente a Reuters nelle scorse ore. I gruppi giapponesi possono unire le basi tecniche e la produzione ha detto in un’intervista alla show car di Ginevra un importante dirigente della società automobilistica nipponica.

Le architetture dei pick-up di  Mitsubishi rischiano di diventare la base per i modelli derivanti da alleanze future, ha detto Mann, che è stato spedito dal direttore generale Carlos Ghosn per aiutare a trasformare Mitsubishi dopo che Nissan ha pagato 2.3 miliardi di dollari per una partecipazione del 34 per cento nella compagnia  lo scorso ottobre.”Se si guarda al  nostro ruolo in quella regione, siamo il punto di riferimento all’interno dell’alleanza”, ha detto Mann.

“La nostra tecnologia quattro per quattro fa si che la nostra base per pick-up è migliore di quella di Nissan.”Nissan ha deciso di acquistare una quota di Mitsubishi lo scorso anno dopo che la società ha ammesso nel mese di aprile di aver falsificato dati relativi al consumo di carburante, innescando un crollo di vendite e perdite ripide nell’ultimo anno fiscale.

Mitsubishi aspetta che le vendite possano riprendersi sopra 1 milione di veicoli l’anno prossimo, ha detto Mann, quasi invertendo il declino dell’8 per cento avvenuto in seguito allo scandalo. Nissan e Mitsubishi attualmente producono pickup e vetture basati su progetti differenti in  catene di montaggio  differenti presenti in ciascuna delle loro fabbriche thailandesi.

A Mitsubishi Motors dealership is shown in Poway, California July 27, 2015. REUTERS/Mike Blake/File Photo

Leggi anche: Mitsubishi Eclipse Cross svelato da una prima foto, debutto al Salone di Ginevra 2017

Trasferirsi in architetture comuni potrebbe potenzialmente consentire allo stabilimento Mitsubishi di specializzarsi in pick-up mentre l’impianto Nissan potrebbe dedicarsi alla costruzione di automobili e SUV, aumentando la produttività in entrambi i siti. Al momento però Mann ha voluto sottolineare che nulla era stato deciso. La cooperazione rapidamente potrebbe anche estendersi ad altri paesi della regione, tra cui l’Indonesia e le Filippine, dove le aziende hanno impianti, sempre secondo quanto dichiara Mann.