Ecco perché Infiniti ha deciso di lasciare l’Europa

Nissan
Infiniti
Infiniti lascerà l’Europa occidentale attraverso la porta sul retro. Il marchio premium di Nissan metterà fine alla sua attività commerciale in questa regione il prossimo anno 2020. Una decisione che ci ha colti di sorpresa perché nessuno si aspettava che questa azienda giapponese potesse dire addio in questo modo a uno dei principali mercati per case automobilistiche premium.

Concepito per posizionarsi come una vera alternativa a Lexus ( Toyota ), la verità è che Infiniti non ha avuto il successo sperato nella stragrande maggioranza dei paesi europei. Abbiamo deciso di raccogliere le ragioni principali e le cause di questa importante ristrutturazione in Infiniti. Il marchio continuerà a operare in Nord America, Medio Oriente, Asia e in alcuni paesi dell’Europa orientale.

Infiniti è approdato in Europa nel 2008 dopo aver eseguito una buona performance in Nord America. L’offerta iniziale del marchio era composta da quattro modelli (G37, G37 Coupé, EX e FX). Nel suo primo anno completo sul mercato, sono state vendute in totale 1.344 unità in Europa, con Italia, Spagna e Svizzera che sono i principali mercati europei per Infiniti. Il picco di Infiniti in Europa si è verificato nel 2016 con 13.700 unità vendute. Da allora, le vendite hanno iniziato a calare.

Tra i motivi per cui la società giapponese ha fallito la sua missione in Europa segnaliamo la fedeltà dei clienti europei alle altre marche premium radicate come ad esempio Audi, Bmw e Mercedes. Cosa che si verifica in maniera meno forte in altre aree del mondo. Un altro dei fattori determinanti è. Stata probabilmente l’ assenza di un vero SUV compatto . Invece, Infiniti ha scelto di “crossoverizzare” Infiniti Q30. Mentre i produttori premium hanno rafforzato la loro gamma di SUV , Infiniti non ha prestato molta attenzione a questo problema. Piuttosto l’hanno messo da parte.

Altro motivo di questo fallimento è probabilmente da ravvisare nei mancati investimenti di Nissan che ha dovuto fare i conti con un altro calo della sua redditività oltre ai difficili rapporti con Renault.

About author

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza. Laureato alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive su noti portali Automotive Italiani ed esteri. Seguo in modo accurato tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.
Related posts
Nissan

Nissan è al lavoro su di un SUV elettrico, ecco le prime informazioni

Nissan

Nissan: il CEO Saikawa ad un passo dalle dimissioni

Nissan

Nissan al momento non sta valutando la possibilità di chiedere le dimissioni del CEO Saikawa

Nissan

Nissan Juke: svelata ufficialmente la nuova generazione