Infiniti

Infiniti ha confermato l’intenzione di rimanere in Europa nonostante le vendite in calo e una linea di auto ridotta a sole due modelli. Il volume del marchio premium di proprietà di Nissan è crollato della metà a 6.246 l’anno scorso da 12.408 nel 2017, secondo i dati degli analisti di mercato di JATO Dynamics. La società nipponica in Europa vende solo la berlina compatta Q30 e il crossover QX30.

La domanda per la Q30, il suo top-seller nella regione, è diminuita del 59 per cento a 3.111, secondo JATO. Entrambe le vetture sono basate sulla piattaforma per auto compatte di Daimler che è alla base dei modelli Mercedes-Benz come la Classe A. I due veicoli sono costruiti nella fabbrica di Nissan a Sunderland in Inghilterra.

Il portavoce di Infiniti ha dichiarato: “Intendiamo fermamente rimanere in Europa” Il marchio progetta di riposizionarsi come un marchio elettrico che offre auto completamente elettriche e ibride utilizzando una versione del sistema di e-Power di Nissan attualmente popolare in Giappone. Questo dovrebbe avvenire a partire dal 2021.

“Siamo fiduciosi che stabiliremo un nuovo e avvincente benchmark per i veicoli elettrici premium”, ha detto la società in una nota. Il marchio ha presentato un concetto di SUV elettrico chiamato QX Inspiration al salone dell’auto di Detroit il 14 gennaio. Un portavoce ha detto che il concetto “dà un’idea di cosa aspettarsi dal marchio in futuro”.

Ricordiamo infine che il dirigente di Nissan Christian Meunier questo mese è stato nominato nuovo presidente globale di Infiniti. L’esecutivo francese sostituisce Roland Krueger, che sta assumendo il ruolo di responsabile nella divisione auto elettriche di Dyson, che progetta di mettere un veicolo elettrico sulla strada entro il 2021.