Nissan IMk: concept elettrica per la città a zero emissioni

Nissan
Nissan Imk

Nissan ha presentato l’IMk, concept car che combina un design chic, tecnologie all’avanguardia e una potente accelerazione in una carrozzeria compatta per creare la “pendolare urbana per eccellenza”. L’auto al 100% elettrica suggerisce la nuova direzione del linguaggio progettuale di Nissan e il modo in cui aiuta a dare vita alla Nissan Intelligent Mobility: la visione del marchio per cambiare il modo in cui i veicoli sono alimentati, guidati e collegati alla società.

Nissan IMk: agile e connessa

Immersi in questa visione, gli ingegneri hanno esaminato un segmento popolare nel “loro” Giappone e sempre di più in tutto il mondo, quello delle city car. Per soddisfare le richieste dei clienti in merito all’agilità e alla connettività, il Costruttore ha deciso di creare un esemplare che si distinguesse da qualsiasi altro veicolo del segmento: questo è il risultato. Più che un’auto da città puramente pratica, una vettura chic che riduce lo stress del conducente dispensando al contempo entusiasmo e sicurezza su una piattaforma EV riprogettata ex-novo. Dotata delle più recenti tecnologie avanzate di assistenza ProPILOT e di funzionalità di connettività senza soluzione di continuità, IMk propone un assaggio di come i mezzi specificamente urbani possano apparire e quali sensazioni possano dare nel prossimo futuro.

Come un piccola elettrica per una nuova era, Nissan IMk – dichiara Satoru Tai, direttore del design esecutivo di Nissan – è progettata per mettere immediatamente a proprio agio in sofisticati paesaggi urbani tanto quanto nelle tradizionali città giapponesi. Fonde un look moderno e pulito, attinto dalla sua eredità giapponese, con tecnologie all’avanguardia. Non vincolato dai canoni convenzionali del segmento delle auto kei, il suo design si intreccia con la cultura locale. È piccola, lussuosa e – sperano i piani alti – guidata da molti.

Design esterno Nissan IMk: imponenza derivata dal Timeless Japanese Futurism

L’aspetto e le proporzioni dell’IMk riflettono un’estetica minimale, attingendo alla nuova filosofia di design di Nissan, chiamata Timeless Japanese Futurism. Adottando la natura semplicistica della tradizionale estetica giapponese, gli esterni sono caratterizzati da linee fluide. Motivi giapponesi applicati con cura aggiungono raffinatezza e intrighi. Immerso in uno schema di pittura Akagane – che riflette il colore rossastro del rame – l’IMk rende omaggio agli artigiani che hanno abilmente applicato il rame in funzionali opere artistiche. Uno sguardo ravvicinato rivela ulteriori elementi del “DNA giapponese”. Lo “scudo” con la firma V-motion e i gruppi ottici posteriori combinano un’impressione di un traliccio.

Su stessa ammissione di Tai, si è incorporato il “DNA giapponese” nella progettazione dell’IMk. Ad esempio, il paraurti, i cerchi, gli pneumatici, i finestrini, i fanali posteriori, il tetto e il trattamento dello spoiler con attacco alto prendono in prestito i motivi fluidi del mizuhiki, un sottile spago fatto di carta di riso giapponese. Proprio come mizuhiki scorre naturalmente in base al look, su IMk questa fluidità unisce la parte anteriore, i lati e il retro per una presenza completamente nuova, all’esterno e all’interno. Lo scudo, che sostituisce la griglia dei veicoli a benzina, rappresenta un nuovo tratto distintivo nel linguaggio ridefinito. Segue la funzione con stile, conferendo alla vettura forza visiva, protezione e tecnologia avanzata, compresi sensori ed elettronica.

Una cabina invitante con funzionalità high-tech

La cabina del concept Nissan IMk è un nuovo tipo di “stanza” che trasuda la natura di un bar o una lounge. La seduta in stile panchina, con una trama a chiazze, promuove uno spazio rilassante e accogliente che dà l’apparenza di sedersi su una nuvola galleggiante. Il cruscotto e le sezioni delle porte sono rivestiti con materiali tonali leggeri, che aggiungono un’atmosfera accogliente. Gli accenti color Akagane lungo il cruscotto, le portiere e il volante infondono luminosità all’abitacolo e un tocco di classe.

Ad incastro con la sezione inferiore della porta, doghe in legno annuiscono alla tecnica giapponese di falegnameria del kigumi, che creano un senso di calma interiore. Questa funzione è evidenziata da una speciale illuminazione nascosta. La moquette del pavimento color caffè scuro con fili intrecciati di fibra metallica migliora l’ambiente, accogliente e rilassante. Oltre al pulsante di avvio e al cambio, la dashboard dell’IMk è priva di controlli fisici. L’accensione rivela i comandi e le impostazioni di comfort della cabina con icone morbide e luminose all’interno del rivestimento Akagane.

Display olografico

Informazioni importanti, come la velocità e le indicazioni di navigazione, vengono visualizzate a “mezz’aria” mediante un display prisma senza cornice e vengono comunicate al conducente tramite display olografici. Le sfumature dell’illuminazione interna rispecchia la combinazione di colori del prisma, a seconda del contenuto visualizzato. Quando si utilizza la superficie sensibile al tocco, ad esempio quando si scorre mentre si visualizza una mappa, viene visualizzato uno spunto di fantasia sotto forma di uno stormo di uccelli che la attraversano. Un occhio attento noterà anche un sottile disegno a forma di uccello, suggerendo come il monitor possa prendere vita. Questo è solo un modo in cui IMk trasmette emozioni durante l’esperienza di guida.

Secondo Tai, il design degli interni del concept si concentra sulla creazione di un’esperienza high-tech ma rilassante. Avrebbero potuto mantenere tutte le superfici all’interno della cabina dell’IMk piatte, il che sarebbe equivalso a più spazio fisico. Ma se lo facessero – crede il capo designer – si sarebbe persa parte della sua bellezza e non volevano rischiare. L’IMk non è mai stata più spaziosa di una piccola auto tradizionale. Si trattava di costruire un partner elegante e di classe che offre agli occupanti uno spazio chic per divertirsi.

Nissan IMk: funzioni autonome che aumentano la fiducia del conducente

Nissan IMk rappresenta un altro passo verso la completa autonomia, fornita con le ultime tecnologie per assistere i conducenti in una vasta gamma di ambienti, dalle autostrade alle strade della città e ai parcheggi. La funzione ProPILOT Remote Park abilitata per smartphone con funzione parking può cercare automaticamente un parcheggio dopo che gli occupanti scendono dall’auto. Quando si è pronti per ripartire, un semplice tocco di pulsante e l’auto ritorna.

Tra le altre funzioni degne di nota, la più recente tecnologia ausiliaria, costruita su una versione avanzata di ProPILOT 2.0: aiuta a rendere le manovre più sicure, combinando il percorso in autostrada navigata con le capacità a corsia libera.

Prestazioni fluide e potenti in un corpo piccolo

Nissan è pioniera della tecnologia EV da oltre 10 anni. La Nissan LEAF è stata la prima auto elettrica introdotta nel mainstream e rimane fino ad oggi la più venduta al mondo sul mercato di massa. Nissan IMk si basa su questa esperienza dando un’alternativa pura ai clienti che desiderano un veicolo compatto adatto a una metropoli tentacolare. Il funzionamento estremamente silenzioso della concept car e il baricentro basso assicurano ai pendolari urbani un’esperienza di guida fluida e potente; Il motore elettrico un’accelerazione eccellente e un elevato livello di reattività, efficace nel traffico stop-and-go e anche su pendenze ripide.

Connessi i driver

Proprio come i caffè e le lounge popolari offrono la connessione Wi-Fi gratuita, l’IMk mantiene gli occupanti costantemente e perfettamente collegati con la più recente tecnologia di connettività. Un automobilista può connettersi al mezzo con uno smartphone per autenticare la sua identità, configurare automaticamente le impostazioni personali – quali l’illuminazione interna, la posizione del sedile e i controlli del clima – e pianificare il loro tragitto. Prima di partire per un viaggio, IMk informa il conducente del miglior orario di partenza tramite smartphone, prendendo in considerazione variabili come la congestione del traffico. Dopo l’arrivo e il parcheggio custodito, il veicolo può integrarsi perfettamente con un sistema di energia domestica e impiegando la capacità della batteria di riserva per bilanciare il fabbisogno energetico domestico, utilizzando Nissan Energy Share (Vehicle-to-Home).

Durante il viaggio, gli occupanti possono usufruire della tecnologia Invisible-to-Visible (I2V) di Nissan. Unendo le rilevazioni provenienti dai sensori all’esterno e all’interno del veicolo con i dati del cloud, la tecnologia I2V è in grado di tracciare le immediate vicinanze del veicolo e anticipare ciò che aspetta, mostrando anche cosa c’è dietro un edificio o dietro l’angolo. La guida viene fornita in modo interattivo, simile all’uomo, anche tramite un avatar che appare all’interno della macchina.

La IMk mostra in anteprima il nuovo percorso, mentre la tecnologia evolve verso l’elettrificazione e la connettività, racconta Asako Hoshino, vice presidente esecutivo di Nissan che sovrintende al marketing e alle vendite globali e al business globale dei veicoli elettrici. Alla Nissan intendono continuare a lanciare prodotti con i più recenti sistemi avanzati per mantenere la leadership nell’innovazione automobilistica.

Potresti essere interessato a:
Nissan

Nissan Juke entra in produzione nello stabilimento di Sunderland

Nissan

L'app di ricarica Nissan Charge arriva in Europa

Nissan

Nissan nomina il nuovo CEO

Nissan

Nissan valuterà il futuro del sito di Sunderland in caso di Brexit senza accordi

Lascia un commento

in questo momento ti trovi Offline