Uno dei simboli del mondo delle auto elettriche, in particolare in Europa, è, senza dubbio, la Nissan Leaf che il prossimo 6 di settembre si appresta a registrare il debutto della seconda generazione in arrivo sul mercato entro la fine dell’anno e pronta ad essere protagonista al Salone di Francoforte.

Secondo le ultime indiscrezioni, basate su una foto spia dell’interno di uno dei prototipi della futura Nissan Leaf, la nuova generazione dell’elettrica della casa nipponica potrà contare su di un’autonomia massima di 265 chilometri. Questo valore, infatti, viene indicato sul quadro strumenti della vettura accanto a quello che sembrerebbe essere il livello di una carica completa. Ricordiamo che, secondo altri rumors, la nuova generazione della Nissan Leaf dovrebbe poter contare su di un’autonomia di circa 320 chilometri.

A conti fatti, la casa nipponica dovrebbe realizzare due varianti della sua Nissan Leaf con un modello base dotato di una batteria da 40 kWh ed un modello top con batteria da 60 kWh. L’autonomia da 265 chilometri potrebbe essere un dato relativo alla versione base mentre la versione top potrebbe presentare un’autonomia superiore ai 400 chilometri. E’ importante sottolineare che l’attuale Nissan Leaf presenta una batteria agli ioni litio da 30 kWh e garantisce, nel ciclo NEDC, un’autonomia di circa 350 chilometri.

L’autonomia rappresenta il principale parametro per valutare in modo completo un’auto elettrica e questo dato sarà al centro di tutti i principali rumors dedicati alla futura Nissan Leaf nel corso dei prossimi giorni e delle prossime settimane. In attesa della presentazione ufficiale, ricordiamo che la futura elettrica della casa nipponica potrà contare sul sistema ProPilot e sull’inedito e-Pedal che permetterà al conducente di accelerare e frenare utilizzando un singolo pedale. Di certo, ulteriori dettagli arriveranno nelle prossime settimane.