PSA
PSA

Il CEO del Gruppo PSA, Carlos Tavares, sta cercando un accordo che amplierà l’impronta della casa automobilistica fuori dall’Europa, secondo persone che hanno familiarità con la questione. Tavares ha incontrato i consulenti per valutare potenziali collaborazioni o fusioni. Le deliberazioni sono ancora nelle fasi preliminari e non sono stati recentemente raggiunti obiettivi potenziali. Fiat Chrysler Automobiles è interessante per PSA per la sua esposizione negli Stati Uniti e il suo marchio premium Jeep, ma Tavares vede anche General Motors e Jaguar Land Rover come possibili partner.

Un portavoce di PSA non ha voluto commentare alcun piano specifico. Il CEO Tavares alla conferenza stampa degli utili della scorsa settimana disse però di essere “aperto alla discussione” con altre aziende. “Pensiamo di essere in una buona posizione sia in termini di gestione delle operazioni sia in termini di visione strategica” per quanto riguarda l’elettrificazione, la guida autonoma e la mobilità, ha detto Tavares il 26 febbraio. “Abbiamo fatto i nostri compiti, e noi pensiamo di essere sulla strada giusta “.

Tavares, che in cinque anni al timone ha trasformato il marchio di punta di Peugeot e il castoff di Opel, continua a fare affidamento sull’Europa per oltre l’80% delle vendite di unità di PSA. Un partner statunitense potenzialmente potrebbe velocizzare ulteriormente il piano di Tavares, annunciato la scorsa settimana, per riportare il marchio Peugeot in Nord America. L’azienda, che produce 308 compact e 3008 SUV, prevede di spedire veicoli dall’Europa o dalla Cina a partire dal 2026. Un’alleanza potrebbe aprire la strada alla produzione locale senza un investimento proibitivo.