Tesla Model 3

L’amministrazione generale delle dogane della Cina ha deciso di sospendere tutte le importazioni di Tesla Model 3 nel paese la settimana scorsa, sostenendo che i veicoli non avevano i necessari cartelli di avvertenza in lingua cinese e avevano etichette mancanti o errate. Ora, un funzionario dell’autorità doganale ha detto a Reuters che la sospensione è stata revocata. “Possiamo confermare che l’avviso su Tesla è stato cancellato”, ha detto il funzionario.

Mentre il produttore di EV ha rifiutato di commentare, due fonti separate che hanno familiarità con il problema hanno detto a Reuters che la sospensione è stata effettivamente revocata dopo che Tesla ha apportato le modifiche necessarie alle auto. Quando la sospensione fu annunciata per la prima volta, Tesla disse che una soluzione era già stata elaborata con le autorità. Lo stesso giorno, le azioni di Tesla sono calate di oltre il 5% quando è stata data la notizia del problema, solo per riguadagnare il 3% in seguito a una soluzione.

Le consegne di Tesla Model 3 in Cina sono iniziate alla fine del mese scorso e adesso che è stato risolto il problema sulle importazioni, Tesla può continuare a spingere in avanti in uno dei suoi mercati chiave, dove le vendite erano già state influenzate dalle tensioni commerciali con gli Stati Uniti. Attualmente, tutti i nuovi modelli Tesla venduti in Cina sono importati. Tuttavia, questo cambierà presto quando la casa automobilistica completerà la sua fabbrica a Shanghai dove verrà prodotto a livello locale Tesla Model 3. Secondo Elon Musk, la costruzione iniziale per lo stabilimento di Shanghai sarà completata quest’estate e la produzione del veicolo inizierà verso la fine dell’anno.