Tesla

L’amministratore delegato della General Motors, Mary Barra, ha smentito le voci sulla possibilità che Tesla possa acquistare una delle fabbriche americane dell’azienda che presto saranno del tutto inutilizzate. USA Today riferisce che il capo della GM ha ammesso che ci sono stati dei colloqui con la casa automobilistica di Elon Musk per la vendita dell’impianto di GM a Detroit o quello a Lordstown in Ohio, che presto chiuderanno come parte del piano di ristrutturazione della compagnia che include la morte di diversi modelli.

“Ci sono state conversazioni in passato”, ha detto Barra durante una presentazione per investitori e analisti. “Ma Tesla non è interessata alla nostra forza lavoro rappresentata dalla UAW, quindi è davvero un punto controverso.” Il sindacato UAW (United Auto Workers) ha una lunga storia con la società di Elon Musk, avendo accusato il produttore di EV di Palo Alto di vietare ai suoi dipendenti di organizzare un sindacato e discutere di questioni di sicurezza. La casa americana ha negato le accuse della UAW e i due stanno attualmente combattendo in un tribunale. Elon Musk ha recentemente espresso interesse ad acquistare una delle fabbriche di GM, seguendo le notizie del piano di ristrutturazione di General Motors. Vedremo come si evolverà questa situazione seguita in USA con molto interesse.