Tesla

Venerdì, Tesla ha comunicato di aver tagliato i prezzi dei suoi veicoli Model S e Model X in Cina. Secondo il sito web cinese del costruttore elettrico, il prezzo di alcune vetture Model S è stato ridotto fino a 105.000 yuan e quello di Model X fino a 65.000 yuan. Il ministero delle finanze cinese ha detto nelle scorse che sospenderà le tariffe addizionali per veicoli e componenti di auto prodotti negli Stati Uniti per tre mesi a partire dal 1 ° gennaio 2019, una mossa per attuare l’accordo raggiunto dal presidente cinese Xi Jinping e dal suo omologo statunitense Donald Trump durante i loro colloqui commerciali al vertice del G20 a Buenos Aires all’inizio di questo mese.

Ciò significa che le tariffe del 40% sulle auto statunitensi saranno ridotte al 15% durante i tre mesi. Ma se la sospensione durerà, resta da vedere. La Cina ha rappresentato il 17,2% dei ricavi totali di Tesla nel 2017, ma solo il 6% nel terzo trimestre a causa dell’impatto delle tariffe. La casa automobilistica di Elon Musk sta spingendo duramente per aprire la sua nuova fabbrica a Shanghai nel più breve tempo possibile per evitare fastidi tariffari con il Model 3 e il prossimo crossover Model Y.

Per quanto ne sappiamo, le auto Model S e Model X continueranno ad essere costruite esclusivamente nello stabilimento di Fremont in California, il che significa che continueranno a essere soggette ai dazi. Elon Musk ha twittato all’inizio di quest’anno che le tariffe sulle vendite della sua società in Cina sono come “gareggiare in una corsa olimpica indossando scarpe di piombo”.