Tesla

Tesla sta tagliando i prezzi su tutti i suoi modelli di 2 mila dollari per aiutare a compensare una riduzione dei crediti d’imposta federali per i conducenti che acquistano veicoli elettrici. Martedì il credito d’imposta federale di 7.500 dollari per le auto elettriche è stato tagliato a metà. La società ha annunciato il taglio dei prezzi mercoledì, una decisione che ha deluso gli investitori. Infatti le azioni di Tesla in Borsa sono scese di oltre il 9 per cento.

Comincia in maniera burrascosa il 2019 per la casa automobilistica di Elon Musk

Tesla, come giustificazione, ha confermato che ha fatto la mossa per ammorbidire l’impatto della caduta dei crediti d’imposta federali. Ma alcuni investitori ribassisti probabilmente hanno interpretato questo gesto come una mossa per stimolare la domanda, ha detto l’analista di Wedbush Dan Ives. “È stata una mossa che rientrava nel campo delle possibilità, ma ha colto di sorpresa gli investitori”, ha affermato. Insomma nonostante il record di vendite e di produzione raggiunto nel quarto trimestre del 2018, il 2019 della casa automobilistica di Elon Musk comincia in maniera piuttosto burrascosa. “Stiamo prendendo provvedimenti per assorbire parzialmente la riduzione del credito d’imposta federale sull’acquisto di veicoli elettrici”, ha detto Tesla in una nota.