Toyota
Toyota

Toyota è la più importante casa automobilistica al mondo come numero di immatricolazioni annue avendo superato  di recente Volkswagen. La casa automobilistica giapponese da sempre è molto attiva quando si tratta dello sviluppo delle nuove tecnologie concernenti la mobilità sostenibile. Tuttavia sino a questo momento l’azienda nipponica non si era impegnata nello sviluppo di auto totalmente elettriche. In passato l’azienda dell’estremo oriente aveva dato grande importanza allo sviluppo delle auto ibride e aveva anche mostrato grande interesse per le auto ad idrogeno come Toyota Mirai, ma mai si era dedicata all’elettrico. Adesso però le cose sembrerebbero essere cambiate per la nota casa nipponica.

Toyota ci ripensa sulle auto elettriche

Toyota Mirai che inizialmente sembrava aver incontrato il gradimento di numerosi clienti con il tempo non ha mantenuto le promesse e dunque sembra in questo momento che le priorità dell’azienda giapponese stiano cambiando. In passato addirittura vi era stata una vera e propria polemica tra Tesla e Toyota sull’argomento, con Tesla che non faceva mistero di preferire l’elettrico e Toyota che invece replicava che l’idrogeno era il futuro. Adesso le cose sembrano cambiate e a quanto pare anche la società del Sol Levante sembra essersi convinta che in fondo Elon Musk aveva ragione. Il primo gruppo mondiale dell’automobilismo per fatturato ha ufficialmente dichiarato di essere a lavoro sulla realizzazione di una vera e propria equipe per lo sviluppo e la produzione di auto elettriche al 100 per cento.

Toyota
Toyota

Questo comunque non significa che la casa automobilistica intenda abbandonare l’idrogeno, ma semplicemente che allo sviluppo di questo vuole affiancare anche quello delle auto totalmente elettriche. Tra l’altro si vocifera che negli ultimi tempo i tecnici dell’azienda nipponica hanno studiato le batterie agli ioni di litio delle auto elettriche e ritengono di aver capito come incrementare la durata della batteria di almeno il 15 per cento. Insomma Toyota sembrerebbe voler fare un ingresso trionfale in un settore che fino a questo momento l’ha vista poco partecipe. Vedremo dunque se davvero i tecnici della casa giapponese troveranno una soluzione per rendere ancora più efficienti le auto elettriche.