Toyota Supra

Toyota attualmente dispone nella sua gamma di due vetture sportive: la GT86 (o solo 86, a seconda del mercato) e la nuovissima Supra. Quest’ultima è stata svelata da pochissimo e deve ancora arrivare in concessionaria. Nelle scorse ore però la casa automobilistica giapponese ha lasciato intendere che in futuro potrebbe benissimo lanciare altre auto sportive. Durante un’intervista al lancio della nuova Supra al Detroit Auto Show, il capo della società Akio Toyoda ha suggerito di voler vedere più auto sportive nella gamma della sua casa automobilistica.

“I SUV sono carini ma, alla fine della giornata, c’è qualcosa di meglio di una macchina sportiva a trazione posteriore? Spero che questa non sia l’ultima auto sportiva di Toyota che vedremo in futuro “, ha detto. Quando Toyoda si riferisce alle “auto sportive“, è probabile che intenda i veicoli orientati alla prestazione in generale, non solo ai coupé a due porte come la Supra. Di conseguenza, Toyota potrebbe creare una serie di nuovi modelli ad alte performance con marchio GR, comprese quelle basate su Yaris e sull’ultima Corolla.

In termini di vere auto sportive, Toyota ha un numero di percorsi che potrebbe prendere. Ad esempio, potrebbe decidere di lanciare una versione moderna della popolare MR2, magari dotata di un propulsore ibrido o completamente elettrico che la aiuterà ad entrare nel mondo in espansione delle auto sportive elettriche. Tuttavia, parlare di un veicolo del genere non è altro che speculazioni a questo punto. Qualunque direzione decida di prendere la società, è incoraggiante sapere che l’uomo che è responsabile della compagnia spinga per lanciare nuove auto sportive.

Per quanto riguarda la nuova Supra, la reazione ad essa è stata positiva. Equipaggiata con un motore sei cilindri in linea da 3,0 litri con motore BMW da 335 CV, la vettura è piaciuta anche se qualcuno ha criticato l’alleanza con Bmw dicendo che non si tratta più della vera Supra. La domanda, tuttavia, sembra essere forte e sarà interessante vedere quanto venderà la Supra durante il suo primo anno di produzione.