Toyota

Toyota ha annunciato che inaugurerà un nuovo veicolo a guida autonoma al CES di Las Vegas in Nevada, il 7 gennaio. Il nuovo veicolo, soprannominato P4, è basato sulla nuova Lexus LX 500h di quinta generazione, che è stata caricata con i sistemi Toyota Guardian e Chauffeur che continuerà ad essere testata nella primavera del 2019.

“Il nostro sviluppo del sistema Chauffeur è incentrato sulla piena autonomia, in cui l’essere umano viene sostanzialmente rimosso dall’equazione di guida, completamente in tutti gli ambienti”, ha affermato Ryan Eustice, vicepresidente senior della guida automatizzata.

“Guardian, d’altro canto, è stato progettato per assistere il conducente e non per sostituirlo. L’introduzione della nuova piattaforma P4 ci aiuterà ad accelerare lo sviluppo di entrambi i binari quando si unirà alla nostra flotta questa primavera “. La Lexus LS è stata pesantemente modificata da Toyota per creare la P4, con due telecamere aggiuntive che sorvegliano i lati dei veicoli e due nuovi sensori di imaging che forniscono dati ad alta gamma dinamica dalla parte anteriore e posteriore del veicolo.

Anche il radar è stato potenziato per migliorare il campo visivo a breve distanza attorno al veicolo. Infine, il sensore LIDAR, perfezionato sui precedenti veicoli di prova autonomi di Toyota, è stato trasferito alla P4 e vanta 8 testine di scansione per un’immagine più nitida dei dintorni del veicolo.

Sotto il cofano, il P4 è stato potenziato con una potenza di calcolo extra che gli consente di eseguire più algoritmi di apprendimento automatico. Questo si traduce in un tempo di reazione più veloce. I computer sono stati inoltre ricablati per sfruttare la loro potenza dalla batteria ibrida della LS 500h, molto più grande rispetto alla piccola batteria da 12 V, per consentire un assorbimento di potenza maggiore riducendo allo stesso tempo la tensione sul sistema 12v integrato.