L’ex CEO di Volkswagen Winterkorn accusato di frode in Germania

Volkswagen

I pubblici ministeri tedeschi hanno lanciato accuse penali contro l’ex amministratore delegato del gruppo Volkswagen, Martin Winterkorn, in relazione alla manipolazione dei test delle emissioni diesel da parte della casa automobilistica. Altri quattro dirigenti sono stati accusati. Lo ha dichiarato l’ufficio dell’accusa a Brunswick in Bassa Sassonia. I cinque sono accusati di frode e violazione del diritto della concorrenza. I magistrati hanno detto che Winterkorn è stato accusato di un caso particolarmente grave di frode, violazione della fiducia e violazione delle leggi sulla concorrenza perché non aveva agito, nonostante avesse una responsabilità speciale come amministratore delegato della società, dopo che era diventato chiaro il 25 maggio 2014 che i motori diesel erano stati manipolati.

Winterkorn non ha rivelato la manipolazione illegale alle autorità responsabili in Europa, negli Stati Uniti e ai clienti. Ha anche omesso di vietare l’ulteriore installazione dei cosiddetti “dispositivi di disfunzione”, con conseguenti multe significativamente più elevate negli Stati Uniti e in Germania. I magistrati sostengono che l’ex numero uno di Volkswagen ha approvato un aggiornamento del software nel novembre 2014 al costo di 23 milioni di euro, che era “inutile e intendeva nascondere ulteriormente il vero motivo dell’aumento dei livelli di inquinanti nel normale funzionamento dei veicoli”.

Volkswagen è stata “beccata” ad utilizzare software di controllo del motore illegale per ingannare i test di inquinamento degli Stati Uniti nel settembre 2015, innescando una reazione globale contro il diesel che è finora costata 29 miliardi di euro. I procuratori statunitensi hanno già presentato accuse penali contro Winterkorn, accusandolo di cospirare per coprire le truffe alle emissioni di gasolio del produttore automobilistico. L’ex numero uno della casa di Wolfsburg che ha 71 anni rimane in Germania che di solito non estrada i suoi cittadini per essere processato nei tribunali statunitensi.

Ti potrebbe interessare: Bosch potrebbe dover pagare una multa per il dieselgate di Volkswagen

L'autore

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza. Laureato alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive su noti portali Automotive Italiani ed esteri. Seguo in modo accurato tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.
Potresti essere interessato a:
Volkswagen

Volkswagen e-up! e e-Golf: il futuro è elettrico

Volkswagen

Volkswagen ID.4: anteprima al salone di Francoforte

Volkswagen

Volkswagen ID.3: in futuro ci sarà anche una versione sportiva

Volkswagen

Volkswagen svela il suo nuovo logo