Muore all’età di 82 anni Ferdinand Piech, fautore dell’espansione globale di Volkswagen

Volkswagen

È morto Ferdinand Piech, ex presidente e amministratore delegato della Volkswagen, che ha trasformato la società tedesca da una casa automobilistica di medie dimensioni in una potenza automobilistica globale, ha dichiarato la moglie in una nota. Piech, 82 anni, che ha avuto 13 figli da quattro donne diverse, è morto improvvisamente domenica, ha detto sua moglie Ursula.

Un ingegnere geniale, Piech è stato protagonista della crescita di Volkswagen dopo aver scommesso su una tecnica di costruzione modulare che consentiva ai marchi Audi, Skoda e VW di condividere fino al 65% di parti comuni, aiutando il Gruppo Volkswagen, il più grande costruttore automobilistico mondiale a vendere, a raggiungere maggiori economie di scala. “La vita di Ferdinand Piech è stata plasmata dalla sua passione per le automobili e per i dipendenti che le creano. Rimase un appassionato ingegnere e amante delle auto fino alla fine”, ha affermato Ursula Piech.

Sotto la guida di Piech, Volkswagen ha enfatizzato la brillantezza ingegneristica in vista dei profitti e ha continuato a espandersi, acquisendo marchi di lusso di alto margine Bentley, Bugatti e Lamborghini in un solo anno. Per tutta la sua carriera Piech ha corso enormi rischi per eclissare suo nonno, Ferdinand Porsche, il padre dell’iconico Maggiolino Volkswagen e il fondatore del produttore di auto sportive che porta ancora il suo nome. Mentre lavorava come capo di sviluppo di 31 anni presso la Porsche nel 1968, Piech investì i due terzi del budget annuale di Porsche per costruire 25 prototipi di auto da corsa Porsche con un design non testato del motore a 12 cilindri raffreddato ad aria da 600 cavalli.

I familiari hanno accusato Piech di cattiva condotta a causa della sua propensione al rischio e della volontà di scommettere il budget dell’azienda su un singolo veicolo, ma la Porsche 917 è diventata una delle macchine da corsa di maggior successo della storia, consolidando il suo status di ingegnere visionario. Durante il suo mandato di nove anni come CEO, Ferdinand Piech ha trasformato una perdita equivalente a 1 miliardo di euro in un utile di 2,6 miliardi di euro, guidando l’espansione della VW in un impero di 12 marchi che include Seat, Skoda, Bentley, Audi, Marchi Porsche e Ducati oltre alle attività di camion MAN e Scania.

Ti potrebbe interessare: Volkswagen: un giudice invita il gruppo tedesco e la SEC a trovare un accordo per chiudere la causa civile

About author

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza. Laureato alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive su noti portali Automotive Italiani ed esteri. Seguo in modo accurato tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.
Related posts
Volkswagen

Volkswagen ha svelato oggi la sua stazione di ricarica domestica

Volkswagen

Volkswagen e-up! e e-Golf: il futuro è elettrico

Volkswagen

Volkswagen ID.4: anteprima al salone di Francoforte

Volkswagen

Volkswagen ID.3: in futuro ci sarà anche una versione sportiva