Volkswagen: ecco dove potrebbe sorgere il nuovo stabilimento

Volkswagen

Il gigante automobilistico tedesco Volkswagen deciderà dove costruire il suo nuovo impianto alla fine di novembre, con Turchia e Bulgaria che si distinguono come i due candidati più forti per la scelta finale dell’azienda. Secondo le informazioni ottenute dall’agenzia di stampa tedesca Deutsche Presse-Agentur (dpa), la decisione deve ancora essere presa. La questione sarà discussa nel corso della riunione del consiglio di sorveglianza VW alla fine di aprile e verrà presa la decisione definitiva alla riunione del consiglio di vigilanza di novembre.

Deutsche Welle (DW) Turkish ha rivelato che le spese per il personale in entrambi i paesi sono inferiori rispetto a quelle in Germania, sottolineando che il risultato della gara tra i due paesi è chiaro. VW non ha divulgato alcuna informazione sui miliardi di euro di investimenti.  Nel frattempo, parlando al magazine automobilistico Automobilwoche, Alper Kanca, presidente dell’Associazione dei fornitori automobilistici della Turchia (TAYSAD), ha detto che il pubblico turco non vuole che VW veda la Turchia come un mercato solo per le vendite e si aspetta che realizzi la produzione nel Paese. Ricordando che la VW ha venduto 120.000 veicoli in Turchia lo scorso anno, Kanca ha affermato che l’azienda dovrebbe dare un segnale positivo prendendo in considerazione le relazioni turco-tedesche. Kanca ha aggiunto che l’investimento da realizzare in Turchia sarà uno strumento importante in questo senso.

Si stima che la Turchia abbia un’alta probabilità di essere scelta in termini di lavoratori qualificati e strutture di distribuzione attualmente disponibili. Inoltre, a metà gennaio, VW aveva accettato di produrre minibus presso le fabbriche Ford in Turchia. La Bulgaria, che è una delle opzioni per la casa automobilistica tedesca, spera che il nuovo impianto sarà aperto nel paese. Secondo dpa, una delegazione della Volkswagen ha esaminato la capitale bulgara di Sofia in vista della visita in città del presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier all’inizio di aprile. Le condizioni nel paese in cui è pianificato l’investimento saranno efficaci nella decisione di VW.

Lo scorso novembre, Volkswagen ha annunciato che avrebbe fatto un investimento di 44 miliardi di euro in veicoli elettrici, guida autonoma e tecnologie digitali per i prossimi cinque anni, rivelando che circa 30 miliardi di euro di questo investimento sarebbero destinati allo sviluppo di veicoli elettrici. La società aveva anche rivelato che i modelli dei modelli Skoda Karoq e Seat Ateca saranno prodotti nel nuovo stabilimento che dovrebbe essere aperto nell’Europa orientale.

L'autore

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza. Laureato alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive su noti portali Automotive Italiani ed esteri. Seguo in modo accurato tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.
Potresti essere interessato a:
Volkswagen

Volkswagen T-Roc R: partono le vendite del nuovo SUV sportivo

Volkswagen

Volkswagen consegna 489.000 veicoli in tutto il mondo a luglio

Volkswagen

Volkswagen Tiguan: un render anticipa la versione SUV Coupé

Volkswagen

Volkswagen T-Roc Cabriolet è ufficiale, in vendita dalla primavera del 2020

Lascia un commento