La Volkswagen Golf, dopo essersi confermata ancora una volta auto più venduta in Europa nel corso del primo semestre del 2017, registra un interessante ampliamento della gamma con l’introduzione in listino del nuovo 1.5 TSI declinato nella variante da 130 CV (la Golf era già disponibile nella versione con 1.5 TSI da 150 CV).

Questo nuovo motore è abbinabile sia alla versione tre porte che alla cinque porte (sia berlina che station wagon) della Volkswagen Golf. Si tratta di un propulsore a 4 cilindri in linea che sfrutta il ciclo Miller e può contare su sovralimentazione tramite singola turbina a geometria variabile e sulla tecnologia “Cylinder on Demand” che permette di disattivare 2 dei 4 cilindri al fine di contenere i consumi di carburante.

Il nuovo motore, disponibile in configurazione BlueMotion, eroga una potenza massima di 130 CV presenta una coppia motrice di 200 Nm, disponibili tra 1.400 e 400 giri al minuto. La variante da 150 CV può contare su una coppia da 250 Nm. La velocità massima della Volkswagen Golf 1.5 TSI da 130 CV è pari a 210 km/h. 

Per quanto riguarda i consumi, grazie al sistema di disattivazione dei cilindri, la Volkswagen Golf in questa configurazione dichiara un consumo medio tra i 4,8 ed i 5 litri per ogni 100 chilometri percorsi mentre le emissioni di CO2 variano tra 110 e 116 grammi per ogni chilometro. 

Con questa nuova versione della Volkswagen Golf registriamo il debutto della funzione di coasting che spegne il motore nelle fasi di rilascio e di percorrenza a velocità costante. Tale sistema è disponibile solo sulle versioni con cambio automatico a doppia frizione DSG e risulta attiva sino ad una velocità massima di 130 km/h. L’alimentazione elettrica della vettura viene garantita da una batteria aggiuntiva agli ioni litio.