Volkswagen Golf: la produzione avverrà entro la fine del terzo trimestre del 2019

Volkswagen

Entro la fine del terzo trimestre, la casa automobilistica di Wolfsburg punta ad iniziare la produzione dell’ottava generazione di Volkswagen Golf. Il suo debutto sul mercato invece dovrebbe avvenire agli inizi del 2020. Dunque è confermato un leggero ritardo nel debutto del veicolo che in un primo momento sarebbe dovuto essere presentato al Salone dell’auto di Francoforte, evento che si terrà a settembre. La vettura è una delle più attese di questo 2019 nel mondo dei motori. Il rinvio del suo debutto dipende da due motivi.

Innanzi tutto Volkswagen ha inteso lasciare spazio nel Salone dell’auto di Francoforte alla nuova elettrica ID che farà il suo debutto proprio in quella occasione. Inoltre la nuova Volkswagen Golf nella fase del suo sviluppo ha incontrato qualche problema al suo software che è molto più complesso di quello del precedente modello. Dunque ulteriori modifiche hanno consigliato ai tecnici e agli ingegneri della casa automobilistica di Wolfsburg questo leggero rinvio. Ricordiamo infine che dal 1974, oltre 35 milioni di unità di questa iconica  auto e dei suoi derivati, come la Golf Variant e il Golf Sportsvan, sono stati venduti in tutto il mondo.

Ti potrebbe interessare: Volkswagen I.D Hatchback: la nuova elettrica sarà venduta in perdita dalla casa tedesca

About author

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza. Si laurea alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive come Guest su noti portali Automotive Italiani ed esteri. Seguo in modo accurato tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.
    Related posts
    Volkswagen

    Volkswagen produrrà a Navarra un terzo modello basato sulla piattaforma della Polo

    Volkswagen

    Volkswagen ID. 3: un video svela gli interni della nuova compatta elettrica

    Volkswagen

    Il gruppo Volkswagen incrementa le consegne a giugno

    Volkswagen

    Volkswagen sceglie la Turchia per la nuova fabbrica

    Lascia un commento