Volkswagen ha pagato 2.9 miliardi di dollari per riacquistare 138.000 veicoli diesel

Volkswagen
Volkswagen

Volkswagen ha pagato 2.9 miliardi di dollari per riacquistare circa 138.000 veicoli diesel  negli Stati Uniti lo scorso 18 febbraio, sulla scia del suo scandalo emissioni, così come ha reso noto un documento del tribunale questo martedì. Secondo il rapporto la casa automobilistica tedesca ha fatto offerte per il riacquisto dei veicoli o per annullare i contratti d’affitto di 323.179 veicoli nelle disponibilità di consumatori degli Stati Uniti per un totale di 5,86 miliardi di dollari, ha detto.

Volkswagen ha accettato lo scorso anno di spendere fino 10,03 miliardi di dollari per riacquistare fino a 487.000 veicoli inquinanti con motore da 2,0 litri che hanno un software che ha permesso loro di eludere le regole di emissioni in fase di test. All’inizio di questo mese, un giudice federale ha concesso l’approvazione preliminare per un piano secondo cui Volkswagen dovrà pagare almeno 1.22 miliardi di dollari per risarcire o riacquistare un gruppo separato di 80.000 veicoli con motore diesel 3.0 litri. Anche questi veicoli con motore da 3,0 litri dispongono di un sistema illegale che ha permesso a questi modelli  livelli di emissioni fino a nove volte i limiti consentiti.

Volkswagen potrebbe essere costretto a pagare fino a 4.04 miliardi di euro se i regolatori non approvano le correzioni per tutti i veicoli con motore 3,0 litri di lusso dei brand Porsche, Audi e  per i veicoli diesel VW. Il giudice Charles Breyer terrà un’udienza in data 11 maggio per decidere se concedere l’approvazione definitiva alla proposta.In totale, VW ha ora accettato di spendere fino a 25 miliardi di dollari negli Stati Uniti per affrontare  le richieste dai proprietari, regolatori ambientali, stati e commercianti e per le offerte di riacquisto.

volkswagen

Volkswagen

Leggi anche: Volkswagen: Porsche e Audi con vendite record aiutano il gruppo tedesco

Volkswagen si è dichiarato colpevole il 10 marzo a Detroit per tre imputazioni nell’ambito di un patteggiamento per risolvere la sua condotta illegale. Come parte di un risarcimento da 4.3 miliardi di dollari con le autorità di regolamentazione degli Stati Uniti, VW ha accettato di attuare riforme radicali, nuovi audit e supervisione da parte di un monitor indipendente per tre anni per risolvere le indagini sulla truffa delle emissioni.

About author

Laureato in Giurisprudenza, appassionati di motori, esperto di tutto quello che riguarda Alfa Romeo.
    Related posts
    Volkswagen

    Volkswagen produrrà a Navarra un terzo modello basato sulla piattaforma della Polo

    Volkswagen

    Volkswagen ID. 3: un video svela gli interni della nuova compatta elettrica

    Volkswagen

    Il gruppo Volkswagen incrementa le consegne a giugno

    Volkswagen

    Volkswagen sceglie la Turchia per la nuova fabbrica

    Lascia un commento