Volkswagen

Volkswagen ha chiuso il 2018 in USA in maniera molto positiva, registrando un aumento del 4,2% rispetto all’anno precedente con 354.064 vendite. La forte domanda dei SUV Tiguan e Atlas ridisegnati ha contribuito a compensare le flessioni dei modelli più tradizionali. Tutti i modelli di autovetture hanno registrato significativi cali nel 2018. Jetta è scesa del 22 per cento a 90.805 vendite, la Golf è scesa del 39 per cento a 42.271, e Passat ha perso il 32 per cento a 41.401. C’è speranza per la Jetta, tuttavia, poiché il nuovo modello ha registrato un aumento del 42% a dicembre, chiudendo l’anno in rialzo.

Il SUV a tre file Atlas è salito del 120 per cento a 59.577 vendite nel 2018, con sette vendite su 10 provenienti da nuovi clienti. Un buon segno per Volkswagen è il fatto che l’Atlas ha registrato il mese migliore in assoluto a dicembre con 6.717 consegne (+ 11% per il mese). Per quanto riguarda la Tiguan, ha superato le 100.000 unità per la prima volta, terminando il 2018 con 103.022 vendite (+ 119%). Le vendite includono sia la nuovissima Tiguan (89.476 unità) sia la precedente generazione Tiguan Limited (13.456).

“Siamo un po ‘in ritardo nel segmento dei SUV, ma abbiamo risposto molto forte”, ha dichiarato Scott Keogh, CEO di Volkswagen of America, a Wards Auto durante una teleconferenza commerciale di fine anno. Nonostante il significativo calo di Jetta, Golf e Passat, VW non sta abbandonando il segmento delle autovetture, che ammonta a 7 milioni di unità all’anno. Secondo Derrick Hatami, vice presidente esecutivo di VW of America – vendite e marketing, la nuova Jetta ha detenuto una quota dell’8% del segmento delle auto piccole ogni mese dal lancio. “Ciò rafforza l’idea che esiste una domanda per le autovetture se si riesce a ottenere il prodotto giusto”, ha detto Hatami.

Volkswagen