volkswagen
volkswagen

Il capo tecnico di Volkswagen, Frank Welsch, afferma che l’azienda continuerà a produrre nuovi veicoli alimentati da motori a combustione interna oltre il 2026, nonostante un precedente annuncio secondo cui questi sarebbero stati gradualmente eliminati. Tuttavia, Welsch ha lasciato intendere che l’azienda si concentrerà esclusivamente sulle auto elettriche in Europa oltre quella data. Parlando al vertice automobilistico di Handelsblatt a Wolfsburg all’inizio di questa settimana, il capo della strategia aziendale Michael Jost aveva dichiarato che gli ingegneri “stanno lavorando sull’ultima piattaforma per veicoli con motore a combustione”.

“Stiamo gradualmente spegnendo i motori a combustione”, ha detto. “Nell’anno 2026 verrà avviato l’ultimo prodotto basato su una piattaforma con propulsione a combustione.” Tuttavia Frank Welsch, il capo dello sviluppo di Volkswagen, si è mosso per chiarire quei commenti: “Non è corretto dire che smetteremo di sviluppare motori a combustione interna dal 2026. Welsch ha aggiunto: “Quello che penso sia accaduto è che la gente parlava della data del 2040 come data in cui in Europa non si venderanno più motori di quel tipo, ma l’Europa non è l’unico mercato, altre regioni hanno i loro regolamenti e requisiti e possono vederci sviluppare auto con motori a combustione sempre più efficienti oltre la data indicata del 2026. “

Mentre l’Europa e alcuni mercati come la Cina stanno introducendo una legislazione che costringe la produzione a spostarsi verso le auto elettriche, i motori a benzina e diesel a basso costo rimarranno probabilmente richiesti nei paesi in via di sviluppo dove per il momento non esiste l’infrastruttura necessaria per la ricarica dei veicoli elettrici.