volkswagen
volkswagen

Le conseguenze del dieselgate sono tutt’altro che finite per Volkswagen. Secondo Frank Witter, direttore finanziario della casa automobilistica tedesca, dopo essere costato 5,5 miliardi di euro nel 2018, lo scandalo potrebbe pesare sui conti del costruttore di Wolfsburg per circa due miliardi di euro nel 2019. Dopo lo scoppio di questo scandalo nel settembre 2015, il gruppo teutonico ha pagato oltre 27 miliardi di euro nel contesto di procedimenti legali da parte di azionisti e consumatori, ma anche a causa di sanzioni e multe.

Il dieselgate continua a pensare sui conti della casa automobilistica di Wolfsburg

Molti di questi miliardi sono stati pagati dal gruppo tedesco negli Stati Uniti dove lo scandalo ha avuto conseguenze più pesanti per le casse della società di Wolfsburg. Il costo di questo caso dovrebbe essere di circa un miliardo di euro nel 2020, afferma Frank Witter. Per spiegare tali importi, dobbiamo ricordare che la frode riguarda più di undici milioni di veicoli costruiti dal gruppo nel mondo.

Volkswagen è accusata di aver utilizzato vari processi tecnici fraudolenti tra il 2009 e il 2015 al fine di ridurre al minimo il valore degli inquinanti di alcuni dei suoi motori diesel durante i test di omologazione. Insomma per il gruppo automobilistico di Wolfsburg la fine dei problemi relativi al dieselgate sembra ancora lontana.