Volkswagen

Il Gruppo Volkswagen inizierà presto a premiare le aziende con fornitori che si concentrano sulla sostenibilità punendo chi non lo fa. La casa automobilistica di Wolfsburg prevede di introdurre quest’anno una valutazione delle prestazioni che tenga conto dell’impatto ambientale e della responsabilità sociale e potrebbe anche basare le sue valutazioni in base allo sforzo di ciascun fornitore nel ridurre le emissioni di biossido di carbonio.

Il piano potrebbe avere un impatto enorme sui fornitori, considerando che il budget per gli acquisti  di Volkswagen è stato di circa 197 miliardi nel 2017. “Speriamo naturalmente che questo nostro annuncio possa inviare un certo segnale al mercato sul fatto che l’ottimizzazione della rete di produzione per la CO2 costituirà un vantaggio competitivo”, ha dichiarato Marco Philippi, responsabile della strategia per gli acquisti del gruppo.

Il gruppo Volkswagen sta rivedendo completamente i suoi piano per il futuro, avendo dovuto pagare 31 miliardi di dollari per coprire lo scandalo delle emissioni di gasolio meglio conosciuto con il nome di dieselgate. L’azienda vuole essere riconosciuta per una maggiore consapevolezza ambientale. In vista del lancio del suo primo veicolo elettrico per il mercato di massa, VW vuole rimuovere il più possibile il carbonio dalla sua catena di approvvigionamento. Per farlo, inizierà ad analizzare i suoi fornitori su aspetti quali la responsabilità sociale e l’impatto ambientale. Le valutazioni si baseranno sulle risposte a un questionario sulla sostenibilità che richiederà una documentazione completa e audit sul posto.

Entro la metà del 2019, a tali rating verrà attribuito lo stesso peso nell’assegnazione dei contratti, unitamente alle consuete considerazioni sull’approvvigionamento dei fornitori relative al costo dei pezzi, alla qualità della costruzione e alle prestazioni di consegna puntuali. “Ognuno dei nostri partner commerciali dovrà sottomettersi a questo”, ha detto Philippi. “Ciò significa che ci saranno ripercussioni per un rating negativo? Sicuramente, quelli che non corrispondono alle nostre idee saranno esclusi.”