peugeot
peugeot

Il Gruppo PSA ha affermato che il suo marchio Peugeot tornerà sul mercato nordamericano con veicoli compatti e di medie dimensioni e un modello di business “creativo e dirompente”. Dopo anni di speculazioni, il CEO del PSA Carlos Tavares ha detto alla fine del mese scorso che il brand del Leone sarebbe stata la marca a guidare il ritorno del gruppo negli Stati Uniti, che la casa automobilistica ha lasciato all’inizio degli anni ’90.

Nel piano aziendale di Tavares, PSA ha un periodo di 10 anni per rientrare nel mercato, iniziando con il noleggio a breve termine di Free2Move e alla fine vendendo auto entro il 2026. L’amministratore delegato di Peugeot, Jean-Philippe Imparato, ha dichiarato che illustrerà il piano l’anno prossimo, ma che i primi test di gruppo hanno rivelato che gli acquirenti americani sarebbero ricettivi ai modelli della casa automobilistica del Leone.

“Quando abbiamo lanciato il crossover compatto 3008 all’inizio del 2017,” il feedback che abbiamo ricevuto, anche dalla California, è stato: “Wow, questa vettura è super “, ha detto a margine dell’auto show di Ginevra la scorsa settimana. “I gruppi di test hanno apprezzato la storia, il design e l’esperienza di guida della nostra casa automobilistica”, ha affermato. Il 3008 è stato un grande successo per la casa francese, con un fatturato mondiale di oltre 265.000 auto vendute l’anno scorso, con un aumento del 17% rispetto al 2017.

Gli altri modelli Peugeot nei segmenti compatto e medio comprendono la berlina 508 fastback e station wagon e il crossover a sette posti 5008. Imparato ha detto che la casa francese ha modelli omologati per il mercato statunitense. PSA ha designato lo stabilimento Opel di Ruesselsheim in Germania, come “centro di eccellenza” per il processo di federalizzazione. PSA ha acquistato Opel da General Motors nel 2017.

Sia Tavares che Imparato hanno sottolineato che Peugeot e PSA sarebbero tornati in Nord America in modo graduale, riducendo al minimo i rischi e gli investimenti di capitale iniziali. “Vogliamo tornare gradualmente senza sprecare miliardi”, ha detto Imparato. Tavares ha detto che PSA non costruirà alcun impianto di assemblaggio prima che possano essere supportati dai volumi di vendita. I veicoli saranno importati dalle fabbriche di PSA in Europa “e / o” dalla Cina, a seconda del risultato dei negoziati commerciali con l’amministrazione Trump.

Ti potrebbe interessare: PSA potrebbe cerca partner per espandersi fuori dall’Europa