Seat Tarraco FR PHEV: suv potente ed evoluto

Seat
Seat Tarraco FR PHEV

Seat sfila in “green”. Protagonista annunciata al Salone di Francoforte 2019, nelle prossime settimane svelerà potenzialità future, in linea con l’apparente trend generale. Secondo quanto rivelato finora, la kermesse tedesca, aperta sabato 14 settembre per poi concludersi domenica 22, mostrerà diversi veicoli a zero emissioni. I visitatori potranno così gustarsi una panoramica sull’evoluzione dei sistemi di alimentazione ibridi, ibridi plug-in e completamente elettrici. Della seconda famiglia appartiene la Seat Tarraco FR PHEV, declinazione ricaricabile nella produzione di Martorell dedicata alla fascia “large suv” e – proclamano in un comunicato stampa diramato nelle ultime ore, corredato da una prima gallery – intende porre in evidenza i piani dell’azienda, che, secondo quanto annunciato, prevedrà, tra Seat e Cupra (la giovane “divisione”, a connotazione sportiva), sei modelli ibridi plug-in ed elettrici.

Seat Tarraco FR PHEV: gli stilemi dell’ibrida plug-in

A livello estetico-aerodinamico, la carrozzeria – lunga 473 cm e alta 166 cm – mostra immediatamente quali siano le direttive seguite dai tecnici. In tal senso, gli aggiornamenti risaltano: nel nuovo spoiler posteriore; nella calandra anteriore “FR” e alla fascia luminosa orizzontale a LED che posteriormente congiunge i gruppi ottici; nei cerchi FR da 19 pollici dal design esclusivo (e se le dimensioni non bastano, Seat annuncia fin da adesso cerchi da 20” su richiesta); nei codolini passaruota maggiorati; nel nuovo spoiler posteriore. Dettagli volti ad aggiungere carattere e maestria artigianale si denotano dalla verniciatura, in una inedita livrea “Fura Grey”, dalla possibilità di implementare varie personalizzazioni al look esterno e dal nome del modello inciso mediante una grafia a mano.

Seat Tarraco FR PHEV

 

La Seat Tarraco PHEV monta, sotto al cofano, un sistema di alimentazione benzina-elettrico, costituita dall’unità motrice a combustione 1.4 TSI da 150 cavalli; combinato con un propulsore elettrico da 116 cavalli, alimentato a propria volta da batterie agli ioni di litio da 13 kWh. Il sistema ibrido ricaricabile adottato fornisce complessivamente al mezzo una potenza di 250 cavalli e 400 Nm di coppia motrice massima, consente un’autonomia nella marcia in elettrico di oltre 50 chilometri, nonché contiene le emissioni di anidride carbonica nell’ambiente, sotto i 50 g/km nel ciclo WLTP.

La più potente delle Tarraco

Oltre che per un inedito contenuto altamente tecnologico focalizzato sull’elettrificazione, il veicolo si distingue nell’ancora giovane lineup Tarraco come la variante più potente. Grazie al particolare sistema di alimentazione, il guidatore può inoltre scegliere la modalità di marcia tra varie opzioni: l’unità a combustione combinata con il motore elettrica è focalizzata a dare la massima potenza e, di conseguenza, le migliori performance; in alternativa, nella commutazione puramente elettrica, la percorrenza massima supera i 50 km, naturalmente ad emissioni zero. Preso atto delle dimensioni esterne non certo “minimal” (in linea con il proprio segmento), i valori delle performance dichiarati impressionano in positivo. E “motivano” la sigla FR: raggiunge una velocità di picco di 217 km/h e copre lo ‘0-100’ in 7,4 secondi.

Seat Tarraco FR PHEV

 

Parking Heater e Trailer Assist tra le dotazioni

All’interno Seat Tarraco FR PHEV conta su ricche dotazioni, valorizzato nell’infotainment: il display da 9.2” favorisce la digitalizzazione, più proteso verso il conducente, e la connettività per i passeggeri. Fra i nuovi sistemi che contribuiranno a definire la personalità del suv large size, i vertici spagnoli pongono in particolare evidenza la disponibilità del Parking Heater, che permette il rapido riscaldamento di motore e abitacolo (anche in condizioni climatiche estremamente rigide), e del Trailer Assist, che agevola considerevolmente il viaggio e le manovre con un rimorchio.

I tecnici si sono messi al lavoro sui sedili anteriori semi-anatomici, multiregolazione a comando elettrico. E poi, relativamente al lato conducente, la posizione può essere memorizzata. Si definiscono poi come particolarmente curati i rivestimenti (combinano la raffinatezza della pelle trattata artigianalmente e la sportività di un materiale effetto neoprene), in aggiunta il monogramma “FR” caratterizza esteticamente il volante sportivo e le “sedute” vengono abbinate ad una pedaliera in alluminio.

 

Seat Tarraco FR PHEV: versione di serie nel 2020

Con la première a Francoforte della FR PHEV, il suv Tarracco amplierà una gamma già in grado di far schizzare le vendite Seat. Da poco è partito il nuovo corso, subito affermatosi sul piano commerciale. Lo dimostrano i risultati conseguiti nel periodo gennaio-luglio 2019. Il brand catalano, rende conto al Gruppo VAG, ha totalizzato un monte-vendite pari a 369mila e 500 unità, circa 55.200 delle quali esclusivamente nell’ultimo mese; ed un’impennata pari al 7,8 per cento rispetto al 2018. In un’analisi di breve-medio termine, annuncia il costruttore catalano, per ottenere una crescita globale del brand saranno due i fattori-chiave: l’arrivo dell’equipaggiamento FR che da tempo caratterizza le configurazioni di impronta più marcatamente sportiva; la tecnologia di alimentazione ibrida plug-in. Entrambi seguiti dalla Seat Tarraco FR PHEV, che nel prossimo illustre evento dedicato all’automotive affiancherà, in qualità di show car, la Cupra.

Un passo ulteriore verrà compiuto nei prossimi mesi, quando i tecnici lavoreranno sulla versione definitiva, attesa per il prossimo anno. Alla pari della Tarraco recentemente lanciata, Seat Tarraco PHEV affonda le proprie radici nella piattaforma MQB-Modularer Quarbaukasten con i due sport utility vehicle di Wolfsburg, ovvero Volkswagen Tiguan e Touareg, assemblati nelle linee di montaggio principali del Gruppo. Dopo l’impostazione e lo sviluppo iniziale svolto a Martorell, confluirà nel principale impianto produttivo VW, così da rispondere a una strategia di ottimizzazione della capacità produttiva; insieme al raggiungimento di obiettivi in redditività economica per Volkswagen sul lungo periodo, secondo quanto sancito dal “Patto per il futuro” sottoscritto a fine 2016.

 

La messa a punto di Seat Tarraco PHEV deriva da Cupra Formentor, prima auto progettata ex novo per Cupra presentato al Salone di Ginevra. Disegnata da Alejandro Mesonero, offre uno sguardo ravvicinato sulla filosofia stilistica e progettuale di Cupra. Gli esterni prevedono un’alternanza di linee morbide e spigoli vivi, replicati anche nella configurazione dell’abitacolo, dove materiali tecnici si combinano con gli ultimi progressi tecnologici in forza nel Gruppo.

 

 

 

Potresti essere interessato a:
Seat

Lo sviluppo di CUPRA Ibiza è stato annullato

Seat

Cupra: "La Leon avrà il propulsore plug-in hybrid"

Seat

SEAT: al via una sperimentazione sul biometano lunga 4 anni

Seat

Seat ha venduto 42.100 auto in agosto, battendo il record stabilito nel 2018

in questo momento ti trovi Offline