Il CEO di Volvo definisce “preoccupante” la guerra commerciale tra Stati Uniti ed Europa

Volvo

La decisione del presidente Donald Trump della scorsa settimana di ritardare l’imposizione di tariffe sull’industria automobilistica dell’Unione europea costituisce un gradito sollievo per le case automobilistiche, ma il CEO di Volvo Cars Hakan Samuelsson afferma che il potenziale di una guerra commerciale tra i due protagonisti del mondo è “preoccupante”. “L’amministrazione Trump vuole che costruiamo automobili negli Stati Uniti e riduciamo il deficit commerciale degli Stati Uniti. Per coincidenza, stiamo facendo esattamente questo “, ha detto Samuelsson, aggiungendo che quando la casa svedese ha annunciato nel 2015 che avrebbe costruito le sue fabbrica negli Stati Uniti  i dazi non erano un fattore decisivo.

“Alla fine costruiremo 150.000 auto negli Stati Uniti di cui metà verrà esportata. E ne venderemo più o meno lo stesso numero “, ha detto. Samuelsson a febbraio ha citato la guerra commerciale in corso tra Stati Uniti e Cina come una delle ragioni per cui il margine di profitto operativo di Volvo è sceso al 5,6 per cento lo scorso anno dal 6,7 per cento del 2017. Le tensioni tra Stati Uniti e Cina hanno indotto Volvo ad adeguare la propria produzione in Cina. Ora i modelli come XC60 SUV arriveranno negli Stati Uniti dall’Europa anziché dalla Cina.

La guerra commerciale ha anche contribuito alla decisione di Volvo di ritardare i suoi piani per un’offerta pubblica iniziale, che secondo Samuelsson non è all’ordine del giorno al momento. “Ci stiamo concentrando per rendere nuovamente grande Volvo”, ha affermato. Samuelsson, che ha assunto il ruolo di CEO nel 2012, due anni dopo che Ford ha completato la vendita di Volvo a Zhejiang Geely Holding, ha detto che la casa automobilistica gode della sua posizione di forza all’interno dell’organizzazione dei suoi proprietari cinesi. “Essere una divisione non è la stessa cosa di essere un’azienda”, ha detto durante una sessione di domande e risposte con i giornalisti.

Oggi le attività del Gruppo Volvo Cars includono il marchio omonimo, il marchio Polestar per auto elettriche edibride, la sua partecipazione in Lynk & CO e la sua unità Volvo Car Mobility, che lo scorso anno ha lanciato il marchio M per espandere le operazioni globali di mobilità dell’azienda.

L'autore

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza. Laureato alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive su noti portali Automotive Italiani ed esteri. Seguo in modo accurato tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.
Potresti essere interessato a:
Volvo

Volvo elettrifica l'intera gamma con il nuovo ibrido plug-in XC40

Volvo

Lynk e Co 06, il nuovo SUV a sette posti debutterà alla fine del 2020

Volvo

Polestar apre la prima fabbrica in Cina

Volvo

Care by Volvo in USA potrebbe aver violato le leggi

Lascia un commento