Volvo Cars Tech investe nelle start-up MDGo e UVeye

Volvo

Volvo Cars ha investito in due promettenti start-up tecnologiche israeliane attraverso il Volvo Cars Tech Fund, il braccio di investimento di venture capital della compagnia. Sia UVeye che MDGo hanno il loro quartier generale a Tel Aviv, dove Volvo Cars è stata coinvolta con DRIVE, il cosiddetto “acceleratore” per le giovani aziende nel settore della mobilità, dal 2017. UVeye e MDGo hanno sviluppato la loro attività negli ultimi anni con il aiuto di DRIVE, offrendo il potenziale per aumentare rispettivamente la qualità e la sicurezza. Rappresentano i primi investimenti del Fondo tecnico al di fuori degli Stati Uniti e dell’Europa.

MDGo è un’azienda specializzata in ciò che chiama intelligenza artificiale medica. Utilizzando una tecnologia di apprendimento automatico avanzata, l’obiettivo è salvare numerose vite assicurandosi che le persone vengano trattate in base al loro infortunio specifico a seguito di un incidente con la propria auto. La tecnologia di MDGo combina i dati in tempo reale della macchina durante un incidente con conoscenze mediche al fine di rendere automatiche previsioni immediate sul tipo di lesioni che il personale di emergenza può incontrare sul luogo dell’incidente

Questi dati verrebbero trasmessi ai medici dei traumi e al personale di emergenza tramite una piattaforma basata su cloud per migliorare il trattamento delle persone coinvolte in un incidente. Come tale, la tecnologia ha il potenziale per ridurre la probabilità di complicanze e per estensione gravi lesioni e decessi. “La tecnologia di MDGo mira a fare qualcosa che è vicino ai nostri cuori, dal momento che sta salvando vite umane”, afferma Zaki Fasihuddin, CEO del Volvo Cars Tech Fund. “La loro missione come azienda si collega perfettamente con la nostra a Volvo Cars, quindi siamo felici di supportare il continuo sviluppo di MDGo.”

L’altro investimento di Tech Fund, UVeye, ha sviluppato una tecnologia avanzata per l’ispezione esterna automatica e la scansione di auto per danni, ammaccature e graffi. Volvo Cars non sta solo investendo nell’azienda, ma sta anche cercando di utilizzare la tecnologia UVeye per condurre un’ispezione esterna completa delle auto dopo il loro lancio dalle linee di produzione. Volvo Cars crede che l’utilizzo della tecnologia UVeye potrebbe migliorare ulteriormente la qualità delle auto che escono dalla fabbrica e garantire che vengano rilevati anche piccoli errori. Un primo progetto pilota è previsto per la fine di quest’anno nel suo stabilimento di Torslanda, in Svezia. La tecnologia potrebbe anche essere utilizzata durante le varie fasi del flusso logistico e presso i concessionari.

“Gli standard di qualità premium sono al centro del marchio Volvo e siamo affascinati dalle possibilità offerte dalla tecnologia UVeye”, afferma Zaki Fasihuddin. “Questo tipo di tecnologia di scansione avanzata potrebbe consentirci di compiere il prossimo passo verso la qualità.” Il Volvo Cars Tech Fund è stato lanciato lo scorso anno e investe in start-up tecnologiche ad alto potenziale in tutto il mondo. Mette a fuoco i suoi investimenti sulle tendenze tecnologiche strategiche che trasformano l’industria automobilistica, come l’intelligenza artificiale, l’elettrificazione, la guida autonoma e i servizi di mobilità digitale.

Dal 2018 il Tech Fund ha investito in numerose società, tra cui Luminar Technologies, azienda leader nello sviluppo di tecnologie avanzate per sensori per auto autonome; Varjo, produttore di cuffie di realtà aumentata di alta gamma; e Zum, un servizio di condivisione di corsa per bambini. Altri investimenti includono la società di ricarica per auto elettriche Freewire e Forciot, che sviluppa elettronica connessa, stampabile ed estensibile.

About author

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza. Laureato alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive su noti portali Automotive Italiani ed esteri. Seguo in modo accurato tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.
Related posts
Volvo

Volvo elettrifica l'intera gamma con il nuovo ibrido plug-in XC40

Volvo

Lynk e Co 06, il nuovo SUV a sette posti debutterà alla fine del 2020

Volvo

Polestar apre la prima fabbrica in Cina

Volvo

Care by Volvo in USA potrebbe aver violato le leggi