Volvo XC40

Volvo rivelerà la versione full-electric della Volvo XC40 entro la fine dell’anno. Lo ha dichiarato la società in un evento sulla sicurezza la scorsa settimana. I dirigenti della casa svedese hanno rifiutato però di fornire ulteriori dettagli. L’aggiunta di una versione a batteria del SUV compatto è un passo fondamentale per Volvo, che vuole che le auto completamente elettriche rappresentino la metà delle sue vendite globali entro il 2025.

Volvo XC40 sarà il primo modello a batteria del marchio svedese e il secondo veicolo full-electric del Volvo Car Group. Il primo è stato Polestar 2, che ha fatto il suo debutto a febbraio ed è stato rivelato al pubblico al salone dell’auto di Ginevra questo mese. Entrambi i veicoli full-electric arriveranno sul mercato entro il 2020.

Inoltre, entrambi i modelli utilizzeranno la Compact Modular Architecture (CMA) sviluppata da Volvo con il marchio cinese Geely. La CMA è alla base anche dei modelli 01, 02 e 03 del brand gemello Lynk & CO. Il trio di automobili Lynk & CO ha rappresentato oltre 120.000 vendite combinate in Cina lo scorso anno. Il marchio, che è in comproprietà tra Volvo Cars e Zhejiang Geely Holding, prevede di aprire negozi in cinque città europee l’anno prossimo.

Volvo XC40, che è stata la macchina europea dell’anno 2018, è il modello Volvo n. 2 in tutto il mondo per numero di vendite dopo la sua sorella più grande Volvo XC60. Il mese scorso Volvo ha detto che la XC40 avrebbe avuto anche due opzioni powertrain ibride plug-in, a partire da una variante T5 Twin Engine seguita poi dal T4 Twin Engine.